Blog WhatsApp

Da quando abbiamo annunciato la nostra imminente collaborazione con Facebook, siamo stati veramente onorati della quantità di attenzione che la nostra storia ha ricevuto. Come azienda, siamo entusiasti di continuare a concentrarci sull'offrire al maggior numero di persone possibile l'opportunità di rimanere in contatto con amici e persone care, indipendentemente da chi esse siano o da dove vivano.

Purtroppo però sono circolate anche un sacco di informazioni inesatte su ciò che la nostra futura collaborazione significherà per i dati e la privacy degli utenti WhatsApp.

Voglio dire come stanno le cose.

Sopra ogni altra cosa, voglio che voi capiate quanto profondamente valorizzo il principio della comunicazione privata. Per me, questo è un argomento molto personale. Sono nato in Ucraina, e sono cresciuto in URSS durante il 1980. Uno dei miei ricordi più forti di quel tempo è una frase che spesso sentivo quando mia madre parlava al telefono: "Questa non è una conversazione telefonica; Ti dirò di persona." Il fatto che non abbiamo potuto parlare liberamente senza il timore che le nostre comunicazioni fossero monitorate dal KGB è in parte il motivo per cui ci siamo trasferiti negli Stati Uniti quando ero un adolescente.

Il rispetto della vostra privacy è codificata nel nostro DNA, e abbiamo costruito WhatsApp intorno all'obiettivo di conoscere il meno possibile su di voi: non dovete darci il vostro nome e non vi chiediamo il vostro indirizzo email. Non conosciamo il vostro compleanno. Non conosciamo il vostro indirizzo di casa. Non sappiamo dove lavorate. Non sappiamo cosa vi piace, ciò che cercate su Internet e non raccogliamo la vostra posizione GPS. Nessuno di questi dati è stato mai raccolto e conservato da WhatsApp, e non abbiamo alcuna intenzione di farlo.

Se la collaborazione con Facebook avesse voluto significare un cambiamento nei nostri valori, non l'avremmo fatta. Invece, stiamo formando una collaborazione che ci permetta di continuare ad operare in modo indipendente e autonomo. I nostri valori e il nostro credo non cambieranno. I nostri principi non cambieranno. Tutto ciò che ha reso WhatsApp il leader nella messaggistica personale rimarrà uguale. La speculazione al contrario non è solo infondata, ma è anche irresponsabile. Ha l'effetto di spaventare la gente facendo pensare che stiamo improvvisamente raccogliendo qualsiasi tipo di dati. Questo non è vero, ed è importante per noi che voi lo sappiate.

Non temete: la nostra futura collaborazione con Facebook non comprometterà la visione che ci ha portato fino a questo punto. Rimaniamo focalizzati sull'offrire WhatsApp in lungo e in largo, in modo che le persone di tutto il mondo abbiano la libertà di parlare liberamente senza paura.